it.obsculta-music.at
Informazione

Cura delle piante di malvacee

Cura delle piante di malvacee


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Cura delle piante di malvaceegli acquirenti sono una parte molto importante della conservazione e del ripristino dei sistemi naturali. Nel caso dell'albero in via di estinzione *Vismia* (*Vismia nobilis* Mart., Moraceae), questi agenti sono i principali impollinatori naturali del suo frutto, che è una risorsa chiave per il mantenimento di questa pianta minacciata. La maggior parte delle informazioni su questi agenti e sull'impollinazione si basa su osservazioni da giardini botanici e piccoli frammenti di foresta in Brasile e Uruguay (Brasile: Márquez et al. 2012). La V. Il complesso di specie nobilis* è oggetto di numerosi studi di morfologia e genetica ed è ben protetto (Falk, [1995](#ece33897-bib-0010){ref-type="ref"}, Krapovickas et ,al., [2012 ](#ece33897-bib-0023){ref-type="ref"}, Tondelina, [1991](#ece33897-bib-0050){ref-type="ref"}). Gli unici impollinatori di *V. ,nobilis* non sono stati identificati (Santos-Silva &, Arakaki, [2016](#ece33897-bib-0044){ref-type="ref"}).

Le specie acquatiche e anemofile possono costituire gruppi di agenti molto importanti nel mantenimento di specie vegetali endemiche e anche nell'insediamento di nuove popolazioni. È quindi essenziale che queste specie siano descritte e che il ruolo di questi agenti sia studiato.

Le api mellifere (*Apis mellifera*) sono importanti nel mantenimento delle specie vegetali nelle aree urbane. Tuttavia, le api mellifere non sono le uniche specie che possono fungere da impollinatori, la letteratura sui sistemi di impollinazione alternativa (AP) in natura è molto ampia e può essere considerata un nuovo campo di ricerca, che è cresciuto in modo esponenziale (Carvalheiro et , al., [ 2008](#ece33897-bib-0008){ref-type="ref"}, Grüter, [2005](#ece33897-bib-0016){ref-type="ref"}, Leppänen &, Saastamo, [2011 ](#ece33897-bib-0025){ref-type="ref"}, Leppänen, [2004](#ece33897-bib-0024){ref-type="ref"}, Paur et ,al., [2008 ](#ece33897-bib-0037){ref-type="ref"}, Saastamo et ,al., [2008](#ece33897-bib-0043){ref-type="ref"}). Uno studio recente ha dimostrato che i sistemi AP, diversi dalle api mellifere, possono essere importanti per l'impollinazione di *V. ,nobilis*, in particolare del genere *Helianthus* L., e di altre specie con produzione di nettare e polline (Saastamo et , al., [2008](#ece33897-bib-0043){ref-type="ref"}). Altri studi hanno anche dimostrato che i sistemi AP possono essere importanti per l'impollinazione delle specie europee *Viburnum* (Carvalheiro et ,al., [2008](#ece33897-bib-0008){ref-type="ref"}, Leppänen et  ,al., [2006](#ece33897-bib-0027){ref-type="ref"}). In generale, la letteratura sulle interazioni tra gli impollinatori che si nutrono di nettare e polline e le specie *Viburnum* e i loro fiori è relativamente recente e solo in pochi casi sono stati condotti studi sui sistemi di impollinazione. Pertanto, gli obiettivi del presente studio erano i) valutare l'importanza dei sistemi AP nell'impollinazione di *V. ,lantana* e dei suoi fiori, ii) verificare se il numero di fiori esposti a diversi impollinatori aumenta con l'aumentare della distanza da la pianta madre, iii) indagare l'importanza dei diversi gruppi di impollinatori (impollinatori e diversità di impollinatori) sul successo riproduttivo della pianta e iv) testare l'influenza della dimensione e della forma floreale della pianta sul successo riproduttivo della pianta .

2. MATERIALI E METODI {#ece33897-sec-0002}

========================

2.1. Materiale vegetale {#ece33897-sec-0003}

-------------------

Ad aprile 2014, due individui di *V. ,lantana* sono stati trapiantati in vasi da 12 cm (due individui per vaso) e cresciuti in una camera di crescita con un ciclo luce/buio di 12 ore (21°C/17°C ) con un'umidità relativa (UR) del 60%. La densità delle piante nei vasi è stata mantenuta a ~150--200 ,cm^−1^ per garantire una fioritura regolare durante tutta la stagione di fioritura. Un mese dopo il trapianto, i due individui di *V. ,lantana* sono stati usati come piante madri per stabilire piante sperimentali.

2.2. Realizzazione di impianti sperimentali {#ece33897-sec-0004}

-----------------------------------------

Ad aprile 2014, *V. ,lantana* è stata trapiantata in vasi da 12 cm. Gli individui di *V. ,lantana* furono mescolati per ottenere piante con un numero approssimativamente uguale di semi da ciascuno dei due genitori. Ogni vaso ha ricevuto due foglie, a circa 50 cm di distanza l'una dall'altra, per evitare che si ombreggiassero a vicenda durante la crescita. Una settimana dopo il trapianto, tutte le piante sperimentali sono state piantate in vasi da 2,5 litri contenenti perlite come substrato. Le piante sperimentali sono state mantenute nella camera di crescita nelle stesse condizioni di crescita delle piante madri.

2.3. Collezione di fiori {#ece33897-sec-0005}

----------------------

Per determinare il tempo di fioritura delle piante nel giardino, abbiamo raccolto casualmente fiori da ciascuna delle tre singole piante da tre delle piante di 12 settimane. Abbiamo utilizzato solo le due foglie più alte delle piante, perché gli steli fioriti non erano abbastanza lunghi da ottenere un numero sufficiente di fiori per la valutazione. Le foglie sono state rimosse ed esaminate quotidianamente per determinare il giorno della fioritura. Abbiamo registrato il numero di giorni dal giorno del trapianto alla data in cui è fiorito il 50% dei fiori di una pianta.

Per ottenere fiori sufficienti per valutare il tempo di fioritura delle piante, abbiamo ottenuto foglie dalle piante del giardino. Per rimuovere le foglie, abbiamo selezionato e raccolto le piante da cui sono state ottenute le foglie. Le piante raccolte sono state annaffiate secondo necessità e le foglie non sono state danneggiate. Questo metodo ha ridotto al minimo le differenze ambientali tra gli impianti sperimentali. Le raccolte floreali delle piante del vivaio sono state effettuate non appena le piante sono state trasferite dal vivaio di propagazione al giardino sperimentale.

2.4. Tempo di fioritura e altezza della pianta {#ece33897-sec-0006}

------------------------------------

Per valutare il tempo di fioritura e l'altezza delle piante, le foglie più in alto sono state rimosse da piante di 3 settimane e le foglie sono state poste su un setaccio a rete per 30 , giorni. Per l'analisi del tempo di fioritura e dell'altezza della pianta, le foglie sono state classificate in cinque classi in base all'età delle foglie: foglie giovani, 3--5 ,giorni, foglie di media età, 6--10 ,giorni, foglie più vecchie, 11-- 15 ,giorni, foglie mature, 16--20 ,giorni e foglie vecchie, 21--25 ,giorni. Abbiamo determinato il tempo di fioritura delle singole piante prendendo il numero di giorni dal giorno del trapianto alla data in cui è fiorito il 50% dei fiori di una pianta. Abbiamo misurato l'altezza della pianta usando



Commenti:

  1. Cestmir

    Si ottiene il maggior numero di punti. In questo niente lì dentro e penso che questa sia una buona idea. Pienamente d'accordo con lei.

  2. Gelasius

    Mi scuso, non dipende da me.

  3. Mukonry

    Post molto bello e utile.Di recente ho cercato su Internet questo argomento e tutte le discussioni ad esso relative.

  4. Zolokree

    Un pensiero molto interessante

  5. Arvin

    Mi dispiace, ma penso che tu abbia torto. Discutiamone.



Scrivi un messaggio